Sinodalità: mons. Coda (Ist. Sophia), “non è adeguamento cosmetico ma vera conversione e purificazione”

“La sinodalità è l’esercizio in cui la Chiesa attua se stessa. È la Chiesa in atto, in missione”. Lo ha detto mons. Piero Coda dell’Istituto universitario Sophia, intervenendo all’incontro “Sinodalità, una chiesa di fratelli e sorelle che camminano e decidono insieme” a Padova. Coda ha evidenziato come questo sia lo stile del ministero di Papa Francesco: “Con pacata determinazione e un pizzico di profezia egli ha detto che il cammino della sinodalità è il cammino che Dio si aspetta dalla Chiesa del terzo millennio”. “Cinque anni fa la commissione teologica internazionale – ha proseguito – ha valutato che il tema della sinodalità fosse d’interesse prioritario. La sinodalità esprime il modus operandi della Chiesa in quanto popolo di Dio, è la garanzia della fedeltà della Chiesa alla sua origine apostolica e alla vocazione cattolica. Tutte le tradizioni cristiane hanno vissuto la prassi sinodale: questo profila qualcosa di importante, una chiave non piccola anche per il futuro del cammino ecumenico”. E ha concluso: “La sinodalità è quindi qualcosa di strategico, non un adeguamento cosmetico ma una vera conversione e purificazione, nella direzione indicata dallo spirito di Cristo, che qualifica la vita della Chiesa e si esprime nel suo modo ordinario di vivere e operare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo