Incontro leader Sud Sudan in Vaticano: don Carraro (Cuamm), “gesto rivoluzionario del Papa”. “Essere ‘con’ i più poveri per sconfiggere i potenti”

“Un gesto sconvolgente e rivoluzionario, quello di Papa Francesco, questo suo inginocchiarsi davanti ai leader politici del Sud Sudan che in questi anni hanno costretto la loro popolazione a umiliazioni, povertà, miserie, sofferenze, dolori”. Così don Dante Carraro, direttore di Medici con l’Africa Cuamm. Il Papa “propone in alternativa la logica del servizio, della debolezza, dell’offrire se stessi come gesto più potente e forte di ogni altra logica e di ogni sopruso. Quella prossima, sarà la Settimana Santa. Il giovedì celebreremo la lavanda dei piedi nelle chiese, il Papa fa quel gesto tanto caro a tutti i cristiani e lo fa diventare da liturgia a vita, da simbolo a realtà e chiede a tutti di crederci, di perseverare nel servizio, nella dedizione, nel dono”. Don Carraro pensa “ai nostri volontari sul campo, alle fatiche, alla voglia di smettere, talvolta alla rabbia. E con una dolcezza infinita, con un esempio umile, Papa Francesco continua a indicarci una strada. Senza paura, senza tentennamenti: quella del servizio, la strada del dono, la strada di essere ‘con’ i più poveri, unica strada capace di sconfiggere davvero i potenti di questa terra”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo