Elezioni europee: domani a Firenze il convegno “Europa: nella diversità un destino comune”

Le associazioni di ispirazione cristiana scendono in campo in vista delle elezioni europee, convinte che il loro “patrimonio di esperienze e sensibilità, non ultimo l’impegno alle problematiche sociali, famigliari e della natalità, possa dare nuova linfa ad un dibattito pubblico nel quale è urgente che le grandi tradizioni di cultura politica tornino a pensare il domani comune”.
Come segno concreto di un impegno che vuole essere “un antidoto rispetto a pericolose tendenze opposte”, diverse realtà associative fiorentine e non solo hanno organizzato il Convegno “Europa: nella diversità un destino comune”, che si svolgerà domani a Firenze, al Teatro Le Laudi. A discutere della necessità di riprendere e completare il disegno europeo che ha garantito anni di pace e sviluppo democratico saranno Beatrice Covassi, capo rappresentanza della Commissione Europea in Italia, Marilena Montanari, docente dell’Istituto Universitario Sophia, e Sonia Lucarelli, docente all’Università di Bologna.
Nel corso del Convegno sarà presentato e diffuso il “Manifesto per l’Europa”, un documento che evidenzia “l’urgenza di dare un maggior spessore democratico alle istituzioni comunitarie e arrivare ad una democrazia europea che sia sostanziale oltre che istituzionale”. Soprattutto in un mondo lacerato dalle divisioni e dalle guerre. “L’Europa può e deve essere il soggetto politico capace di portare modelli di integrazione” rispetto a “squilibri ambientali ed economici determinati da un modello economico ormai insostenibile”, sottolineano Paolo Magnolfi, responsabile per la Toscana del Movimento politico per l’unità (Mppu), e Serena Velona Grechi, presidente nazionale di Rinascita Cristiana.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo