Diocesi: Novara, concluso il concorso “Gaudenzio e la sua gente” indetto per far scoprire agli studenti la figura del patrono

Si è concluso “Gaudenzio e la sua gente”, il concorso per le scuole primarie e secondarie, indetto dalla diocesi di Novara nell’anno giubilare gaudenziano per accompagnare i più giovani a scoprire la figura del santo patrono.
Per le elementari, prima classificata è stata la classe V del plesso di Pettenasco dell’istituto comprensivo San Giulio di San Maurizio d’Opaglio, mentre per le medie la classe 1ªB dell’Istituto San Lorenzo di Novara.
A partecipare circa una venina di scuole su tutto il territorio diocesano, con alcune classi che hanno preso parte “fuori concorso”, inviando lavori solo in una delle categorie previste. “I ragazzi – spiega una nota – dovevano produrre tre elaborati: un’opera artistica che rappresentasse San Gaudenzio; una novella che lo proiettasse nel XXI secolo e una ricerca storica che presentasse la vita quotidiana nel proprio territorio negli anni in cui il santo visse”.
A giudicare i lavori una giuria presieduta dal direttore dell’Ufficio scuola, don Alberto Agnesina, della quale facevano parte Manuela Borraccino, direttrice del settimanale diocesano, don Paolo Milani, storico direttore dell’Archivio diocesano, e Serena Leale, curatrice d’arte.
I primi classificati saranno premiati con un viaggio alla scoperta del capoluogo novarese: dai musei del duomo alla cupola antonelliana, che si concluderà con un incontro con il successore di Gaudenzio, il vescovo Franco Giulio Brambilla. Alle classi che hanno guadagnato il podio e a quelli che hanno ricevuto una menzione speciale, un buono per acquistare materiale didattico.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo