Germania: monastero francescano di Neviges chiuderà il 31 gennaio 2020

Dopo oltre 340 anni i Francescani minori lasceranno il loro monastero di Neviges, nel Nord Reno-Vestfalia. Causa principale è l’invecchiamento dell’Ordine in Germania; e si prevedono ulteriori chiusure di altri conventi. La conferma ufficiale è giunta con un comunicato della direzione della Provincia tedesca dei Frati minori, nel quale viene annunciata la prosecuzione dell’attività pastorale a tutto il 31 dicembre 2019, con l’abbandono della struttura per il 31 gennaio 2020. Nel comunicato viene confermata la collaborazione con l’arcidiocesi di Colonia “per pianificare e assicurare il futuro della parrocchia”. Neviges è anche un centro spirituale meta di continui pellegrinaggi ma, è scritto nel comunicato, “manca completamente il ricambio con giovani talenti e questo ci costringe a ridurre drasticamente i nostri compiti e le nostre 32 sedi”. Dei quasi 260 frati minori in Germania, solo 16 hanno meno di 50 anni, i due terzi hanno 70 anni e più: “Abbiamo bisogno di abbandonare buoni posti e servizi in modo da permettere a molti fratelli di essere istituzionalmente liberi e in grado di vivere la loro vocazione”, è scritto nel documento. Il monastero francescano di Neviges fu fondato nel 1675 e la sua chiusura non sarà l’unico addio: è già stata decisa la chiusura del convento di Vingts a Colonia.
L’arcivescovo di Colonia, il cardinale Rainer Maria Woelki, ha espresso oggi il suo rammarico per l’imminente addio dei francescani di Neviges: “la decisione, tuttavia, merita il nostro rispetto, in quanto è stata presa dalla direzione dell’Ordine in grande responsabilità”, ha detto Woelki.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia