Xylella: Coldiretti, migliaia di agricoltori in piazza a Lecce con i trattori

Sono già migliaia gli agricoltori con i trattori assieme a cittadini e rappresentanti della società civile che hanno invaso il centro di Lecce contro la gestione inconcludente dell’emergenza Xylella che ha devastato milioni di ulivi in Puglia e dal Salento sta avanzando inesorabile verso Nord. Lo segnala la Coldiretti che indica anche alcuni degli slogan su striscioni e cartelli: “Fermiamo la Xylella, è #disastrocolposo”, “Burocrazia fa più danni della Xylella”, “Più scienza e meno stregoni”. I manifestanti distribuiscono volantini a firma Coldiretti e Unaprol “Coraggio Salento” per denunciare i ritardi e chiedere interventi decisi per espiantare, reimpiantare e far rinascere le aree colpite, dopo anni di “annunci, promesse, rimpalli di responsabilità della burocrazia e decreti senza impegni concreti per la ricostituzione del patrimonio olivicolo distrutto, mentre gli agricoltori non sanno come comportarsi per realizzare nuovi impianti resistenti e tornare a lavorare e produrre”. Il corteo è partito dal Foro Boario di Lecce e si snoda lungo la città per giungere in piazza Sant’Oronzo con una montagna di legna degli ulivi contagiati da scaricare davanti ai palazzi delle istituzioni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa