Studenti: Prodi, “l’Europa è pace e garanzia di salute e istruzione per tutti”

(dall’inviato a Montesilvano) “L’Europa da tre generazioni è senza la guerra. L’Europa è uguale a pace, anche se lo si dimentica è un fatto fondamentale” perché “la pace è il valore più importante di tutti”. Lo ha affermato questa mattina Romano Prodi, già presidente della Commissione Ue e del Consiglio dei ministri, nel corso della tavola rotonda su dignità umana, sfida europea e questione ambientale che ha aperto a Montesilvano (Pe) la seconda giornata della VII edizione della Scuola di formazione per studenti (Sfs 2019) promossa dal Movimento studenti di Azione cattolica (Msac) sul tema “Bella domanda! Studenti che interrogano la realtà”. Il professore ha anche osservato: “in Europa abbiamo la sicurezza dei diritti per tutti” anche grazie al “welfare-state che è la garanzia della salute e dell’istruzione per tutti i cittadini, non un fatto scontato”. “Un fatto – ha notato – solo europeo, in Cina e negli Stati Uniti non è così”. Prodi ha parlato anche del “progetto Erasmus, che è ancora incompleto ma che ha coinvolto oltre 4 milioni di ragazzi. Solo l’egoismo di alcuni Paesi ha impedito che si espandesse ulteriormente”.
Per il professore “l’Europa vera è quella in cui i flussi vanno da una parte all’altra e viceversa. Dobbiamo fare in modo che l’Italia torni ad attirare i giovani che invece oggi lasciano il nostro Paese”. Prodi si è soffermato anche sulle criticità: “ci sono state negli ultimi anni delle grandi frenate nell’Europa ed è per questo che molti non la amano. Non abbiamo più un’Europa solidale ma piramidale, questa non è l’Europa che vogliamo, che voi dovete costruire”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa