Diocesi: Trento, le sfide della convivenza alla “Cattedra del Confronto”

Umiltà, mitezza e purezza: tre parole chiave che rappresentano altrettante “sfide per la convivenza”. Le mette a fuoco l’edizione 2019 della Cattedra del Confronto, organizzata dall’area cultura della diocesi di Trento, con la collaborazione di alcuni docenti dell’Università locale. L’11esima edizione della Cattedra prenderà il via lunedì prossimo, 11 marzo, con due donne: la teologa Stella Morra e la pedagogista Luigina Mortari, chiamate a confrontarsi sull’”umiltà”. Seguiranno gli altri due grandi temi: lunedì 18 marzo parleranno di “mitezza” il francescano trentino padre Francesco Patton, Custode di Terra Santa, e il teologo islamico Adnane Mokrani, mentre lunedì 25 marzo saranno a Trento, per dialogare sulla “purezza”, il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni e il teologo Marcello Neri. Tutti gli incontri sono in programma nella Sala della Cooperazione con inizio alle 20.45. “L’obiettivo della Cattedra – spiega don Andrea Decarli, delegato per l’Area Cultura della diocesi di Trento – si conferma quello di aprire uno spazio qualificato di riflessione e di dibattito su questioni coinvolgenti dal punto di vista esistenziale e che interrogano le menti e le coscienze di credenti e non credenti. Uno spazio di confronto sereno e costruttivo tra persone pensose e competenti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa