Diocesi: Matera, giovani, famiglie e anziani insieme contro la solitudine e per una rete di aiuto reciproco

“In Italia, l’emergenza nascosta degli anziani sta esplodendo. Ricerche dell’Università Cattolica parlano di tre milioni di non autosufficienti. Mancano 250mila posti letto per i malati cronici e le famiglie sono abbandonate al ‘fai da te’”: la denuncia arriva da don Domenico Spinazzola, direttore dell’Ufficio per il ministero degli anziani dell’arcidiocesi di Matera: “La Basilicata ha tagliato fondi al piano socio-assistenziale. Il nostro ufficio, primo nel Centro Sud dedicato al ministero degli anziani, dal 2004 cerca vie di impegno pastorale a partire dalla realtà e dalle indicazioni del Pontificio Consiglio per i laici”. Con questi obiettivi, è stata organizzata per domani, 10 marzo, una giornata di condivisione intergenerazionale tra anziani, giovani e famiglie, che inizia alle 11 con una messa nella chiesa Maria Santissima Annunziata a Matera. Durante la celebrazione, l’arcivescovo Antonio Giuseppe Caiazzo impartisce il Sacramento dell’unzione degli infermi, “ancora considerato ‘in abbinamento’ alla morte o come talismano – prosegue don Spinazzola – Si tratta invece di una grazia, che irrobustisce l’uomo interiore, con effetti anche sul fisico”. Il pranzo insieme e il pomeriggio di festa sono occasione per “educare i giovani alla solidarietà con gli anziani e alla riscoperta dei carismi della vecchiaia”. Sono i giovani stessi ad animare Telenea, un progetto di volontariato con cui l’Ufficio diocesano offre telecompagnia agli anziani, con l’obiettivo di fare rete tra associazioni, cooperative e istituzioni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa