Abusi: vescovi Paraguay, istituite due commissioni e un osservatorio

Due commissioni, una nell’ambito della Conferenza episcopale paraguagia (Cep), chiamata a collaborare con l’Università Cattolica di Asunción e con la Conferenza dei religiosi e delle religiose del Paraguay (Conferpar), l’altra chiamata invece a tenere il contatto con le diocesi e con le congregazioni religiose. E un Osservatorio, da creare in collaborazione con l’Università Cattolica di Asunción, incaricato di sviluppare ricerche e studi con criteri di scientificità. Sono queste le decisioni prese dai vescovi in merito alla tutela dei minori e a casi di abuso avvenuti in ambito ecclesiale, assieme ad altre due scelte: momenti di ascolto permanente e la diffusione del Protocollo di prevenzione già approvato dalla Chiesa del Paraguay.
Tali decisioni sono maturate nell’ambito dell’Assemblea plenaria della Cep, che si è conclusa ieri. Il tema della tutela dei minori è stato discusso alla luce del recente incontro in Vaticano, al quale ha preso parte anche il presidente della Cep, mons. Adalberto Martínez. I vescovi hanno “ringraziato il Santo Padre per questo storico incontro”.
Nel corso dell’assemblea sono state dibattute diverse altre questioni e, in particolare, i vescovi si sono incontrati con i vicari e i responsabili della pastorale delle varie diocesi, in quello che è stato un momento caratterizzato da una profonda sinodalità.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa