Xylella: Coldiretti, domani in piazza a Lecce per protestare contro la gestione inconcludente dell’emergenza

“Scende in piazza con i trattori la rabbia del popolo dell’olio contro la gestione inconcludente dell’emergenza Xylella che ha devastato milioni di ulivi in Puglia e dal Salento sta avanzando inesorabile verso Nord”. Lo ricorda, oggi, la Coldiretti, in una nota. “Una strage provocata da errori, omissioni, ritardi e strumentalizzazioni che rischia di sfregiare per sempre il territorio e distruggere un intero tessuto ambientale, economico ed occupazionale – denuncia la Coldiretti -. Non c’è più tempo da perdere per fermare il contagio e far rinascere le aree colpite, dopo anni di annunci, promesse, rimpalli di responsabilità della burocrazia e decreti senza impegni concreti per la ricostituzione del patrimonio olivicolo distrutto mentre gli agricoltori non sanno come comportarsi per realizzare nuovi impianti resistenti e tornare a lavorare e produrre”. Domani sabato 9 marzo 2019 scatta la protesta con migliaia di agricoltori, cittadini e rappresentanti della società civile pronti ad iniziative eclatanti alla storica mobilitazione promossa da Unaprol e Coldiretti che arriverà, alle ore 10, in piazza Sant’Oronzo dopo aver attraversato la città di Lecce con un corteo che partirà la mattina presto dal Foro Boario di Lecce e si snoderà lungo via Adriatica, viale Porta d’Europa, passando per piazza dei Bastioni, proseguendo lungo viale De Pietro e via XXV Luglio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo