Otto marzo: suor Smerilli (Auxilium), “tenacia di giovani donne può salvare il futuro del pianeta”

“Giovani donne e futuro del creato” è il tema della relazione di suor Alessandra Smerilli, docente di Economia politica alla Facoltà di Scienze dell’educazione Auxilium, promosso dal Centro studi Donna & Educazione della stessa Facoltà e a cui sono intervenuti, tra gli altri, Sally Jane Axworthy, ambasciatore del Regno Unito presso la Santa Sede, e Pietro Sebastiani, ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede. “Oggi il riscaldamento globale inizia a dispiegare i suoi effetti sul pianeta, e solo azioni congiunte e globali possono scongiurare il peggio”: sostiene l’economista, che propone ai partecipanti al convegno l’esperienza di tre adolescenti, l’olandese Maja Brouwer, la svedese Greta Thunberg, la statunitense Alexandria Villasenor. “Le tre ragazze stanno sfidando politica e organizzazioni internazionali. Preoccupate per le sorti del pianeta, hanno iniziato a protestare e a scioperare – racconta suor Smerilli –. Che senso ha andare a scuola se i politici non ascoltano gli studiosi? A partire dai loro gesti, dalla loro tenacia, è nato un movimento di ragazzi e ragazze che in poco tempo è diventato globale, attivo in almeno centocinquanta Paesi del mondo”. “Potrà l’innocenza delle leader adolescenti smascherare interessi economici e di parte?” si domanda la religiosa: “Non è la prima volta nella storia che la tenacia di giovani donne ha ottenuto risultanti importanti per il bene comune”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo