Diocesi: Bologna, domenica in cattedrale mons. Zuppi accoglierà 33 catecumeni adulti

“Volete essere ammessi ai sacramenti di Cristo, al battesimo, alla confermazione e all’eucaristia? Dite allora il vostro nome”. Queste saranno le domande che mons. Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna rivolgerà domenica 10 marzo ai giovani e agli adulti che durante la messa delle 17.30 in cattedrale chiederanno di essere battezzati. “Il rito dell’elezione per i catecumeni adulti – spiega don Pietro Giuseppe Scotti, vicario episcopale per l’evangelizzazione – è un rito significativo, nel quale il vescovo chiede a giovani e adulti che si sono preparati alla vita cristiana il nome con cui verranno battezzati. Il nome non è solo un segno di riconoscimento; è il racconto di una storia che si è intrecciata, secondo un disegno provvidenziale, con altre storie di persone che hanno accompagnato questi fratelli e queste sorelle a incontrare il Signore”. Sono 33 i catecumeni che si presenteranno davanti a mons. Zuppi. Vengono da Africa, Asia e 9 sono italiani. “Tante storie diverse – commenta don Scotti – ma accomunate dalla gioia di diventare cristiani”. In preparazione al sacramento del battesimo, che verrà amministrato loro durante la notte di Pasqua, i catecumeni seguiranno un percorso di preparazione, che durerà per tutta la Quaresima.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo