Sviluppo sostenibile: card. Turkson (prefetto), “agire con forza e rapidità” per garantire “una vita degna per tutti”

“Agire con forza e rapidità” per garantire “una vita degna per tutti” ed una tabella di marcia che “non lascia indietro nessuno”. È con questa “anima” che la Santa Sede ha convocato a Roma leader delle religioni mondiali, rappresentanti delle Nazioni Unite, membri di movimenti e Ong per mettersi in ascolto del grido della terra e dei poveri e promuovere azioni concrete per l’implementazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile secondo l’Agenda 2030. Lo ha detto il card. Peter Kodwo Appiah Turkson, prefetto del Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, aprendo la conferenza internazionale in corso fino al 9 marzo in Vaticano. “Siamo qui – ha affermato – per parlare del ruolo delle religioni” nella implementazione degli obiettivi prefissati dalle Nazioni Unite nella Agenda 2030 e lo facciamo nella convinzione che “non si può parlare della persona umana senza parlare della religione”; perché le religioni “sono radicate nel passato” ma “hanno lo sguardo rivolto al futuro” e perché il linguaggio della religioni muove sempre verso “un cambiamento del cuore”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo