Elezioni europee: Milano, lunedì l’ultimo incontro di “Un’Europa per i giovani” su natalità, invecchiamento, flussi migratori

Nel prossimo mese di maggio l’Italia e gli altri Stati dell’Unione europea saranno chiamati a eleggere il Parlamento di Strasburgo. Gli elettori si troveranno a scegliere tra due alternative radicalmente opposte: un rafforzamento delle istituzioni europee per dare risposte credibili, efficaci e lungimiranti alle esigenze di sviluppo e di giustizia sociale, o il ritorno agli egoismi e ai nazionalismi che nella prima metà del XX secolo hanno portato a due guerre devastanti. In tempi in cui gran parte dell’opinione pubblica, spesso influenzata da mezzi di comunicazione parziali e interessati, giudica negativamente l’Ue, diventa indispensabile fornire – in particolare ai giovani – strumenti necessari per comprendere a fondo natura e caratteristiche della cooperazione tra Stati europei, che ha garantito al continente più di 70 anni di pace. Per questo Fondazione Ambrosianeum, Acli Milano e Monza e Brianza, Azione Cattolica Ambrosiana, Associazione Città dell’Uomo, hanno promosso un ciclo di incontri con autorevoli esponenti della cultura e della politica italiane, che fanno seguito alla lectio magistralis su “L’Europa in un mondo globale” tenuta in Ambrosianeum da Romano Prodi il 22 ottobre scorso. Lunedì l’ultimo sul tema “2040: ripopolare l’Europa. Natalità, invecchiamento, flussi migratori”. “Solo un’ Europa più compatta – spiegano gli organizzatori – sarà in grado di far valere la propria volontà e di tutelare gli interessi degli Stati membri, in una prospettiva di dialogo mondiale finalizzata a processi di crescita e di pace, dove i giovani possano assumere un ruolo da protagonisti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo