Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Italia, parte il Reddito di cittadinanza. Londra, allarme bomba

Italia: Reddito di cittadinanza al via. Tav ancora al centro del dibattito politico

In coda in qualsiasi ufficio postale oppure davanti a un computer, da oggi è possibile avanzare domanda per il Reddito di cittadinanza. “Il rischio caos è quello che vedono le Regioni, che non abbassano lo scontro sui navigator”, scrive l’Ansa. Le Poste invitano a presentarsi a scaglioni, in ordine alfabetico: per la richiesta c’è tempo fino alla fine del mese e tutti dovrebbero riuscire a vedere caricato il beneficio per il 30 aprile, così come promesso dal governo. Allertate anche le forze dell’ordine, pronte a rafforzare la vigilanza. Al di là dell’organizzazione logistica della giornata, non tutti i nodi sono sciolti. Il più spinoso è quello dei navigator, che dovrebbero entrare in campo tra qualche mese. L’altro tema politico della giornata è la Tav. “Per quanto riguarda la Tav, siamo in dirittura d’arrivo, nel percorso finale, quello politico – ha detto ieri il presidente del Consiglio al termine di un incontro con Salvini, Di Maio e il ministro Toninelli –. Domani sera riunione con i tecnici a oltranza. Credo che una scelta arriverà entro venerdì”. Conte ha aggiunto: “Siccome prenderemo la scelta migliore per i cittadini, ovviamente il governo non rischia. Mi batterò perché non sia trascurato alcun aspetto per una decisione corretta”.

Cronaca/1 Traffico di auto e veicoli commerciali tra Italia, Malta e Libia. 40 indagati

Quaranta persone sono indagate dalla Procura di Ragusa nell’ambito di indagini della Polizia su tre diverse associazioni per delinquere transnazionali specializzate in riciclaggio, furto e ricettazione di veicoli commerciali dall’Italia per Malta e Libia. Personale della Polizia stradale e della Squadra mobile ha recuperato nel porto di Pozzallo e restituito ai legittimi proprietari oltre 30 auto di lusso che stavano per essere trasferite nell’Isola dei Cavalieri, per un valore complessivo stimato in diversi milioni di euro. Agli indagati è stato notificato un avviso di conclusione indagine emesso dalla Procura di Ragusa.

Cronaca/2 Sgombero San Ferdinando, migranti dalle baracche alla tendopoli

È previsto per oggi lo sgombero della baraccopoli di San Ferdinando, giunta ad ospitare fino a mille migranti, in condizioni di estrema precarietà igienica e strutturale. Nell’agglomerato, composto da alloggi precari e percorso da liquami nauseabondi, negli ultimi anni, sono morti tre migranti in altrettanti incendi. Una condizione di costante pericolo che non poteva durare oltre e che ha indotto il prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, a stringere i tempi ed attivare tutte le forze disponibili per lo sgombero. Alcuni migranti si sono già allontanati spontaneamente. Un gruppo degli attuali ospiti sarà accolto nella tendopoli realizzata dalla Regione Calabria in cui sono stati ricavati 300 nuovi posti. Altri andranno in centri Sprar e Cas della Calabria.

Regno Unito: allarme per tre pacchi bomba. Alta tensione a Londra

Nuovo allarme bomba a Londra. La stazione della metropolitana di St. Pancras è stata evacuata ieri dopo che un allarme antincendio ha fatto scattare la procedura di emergenza. Si è trattato di un falso allarme, giunto al termine di una giornata, segnata dai tre pacchi bomba, rinvenuti alla stazione ferroviaria di Waterloo, al London City Airport e nello scalo di Heathrow. I tre ordigni esplosivi improvvisati si trovavano in altrettanti piccoli pacchetti postali e sono stati disattivati dagli agenti. Si trattava di congegni assemblati rudimentalmente e in grado di innescare piccoli incendi. L’antiterrorismo sta indagando e al momento gli incidenti vengono trattati come una “serie collegata”. I tre pacchi sono stati spediti dall’Irlanda.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo