Papa Francesco: udienza, “tanti uomini e donne vivono ancora con il cuore chiuso”. Nel mondo “guerre e tante forme di sfruttamento” come “la tratta dei bambini”

“Tanti uomini e donne vivono ancora con il cuore chiuso”. Lo ha denunciato il Papa, nella catechesi dell’udienza di oggi, pronunciata in piazza San Pietro davanti a 10mila persone. “È soprattutto in queste situazioni che sulle labbra del cristiano affiora la seconda invocazione del Padre nostro: ‘Venga il tuo regno!’”, ha commentato Francesco: “Che è come dire: ‘Ma Padre, abbiamo bisogno di te. Gesù, abbiamo bisogno di te. Abbiamo bisogno che ovunque e per sempre tu sia Signore in mezzo a noi!’. ‘Venga il tuo Regno’: ‘Sii tu in mezzo a noi’”. “Venga il tuo Regno!”, ripete “con insistenza il cristiano, quando prega il Padre Nostro”, ha sottolineato il Papa:  “Gesù è venuto; però il mondo è ancora segnato dal peccato, popolato da tanta gente che soffre, da persone che non si riconciliano e non perdonano, da guerre e da tante forme di sfruttamento”. “Pensiamo alla tratta dei bambini, è un esempio”, ha proseguito a braccio: “Tutti questi fatti sono la prova che la vittoria di Cristo non si è ancora completamente attuata”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo