Balcani: Conte, “da Italia convinto sostegno al percorso europeo della Serbia”. “Belgrado e Pristina esplorino margini negoziali per stabilità dell’intera regione”

“Ho ribadito il convinto sostegno dell’Italia al percorso europeo della Serbia e l’apprezzamento per la determinazione e l’impegno riposti dal presidente Vučić nel perseguire questo obiettivo. Lo confermo: l’Italia sarà ambasciatore delle istanze serbe nel percorso e nel processo verso l’integrazione europea”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, nella conferenza stampa congiunta con il presidente della Repubblica di Serbia, Aleksandar Vučić, al termine del loro incontro a Belgrado.
Il premier ha espresso “forte sostegno per il processo riformatore avviato” che “contribuirà ad accelerare quel negoziato in corso con l’Unione europea”. “Siamo persuasi che questo percorso riformatore si rivelerà coerente, credibile e irreversibile e per questo avremo sempre la piena disponibilità a sostenerlo”.
Da Conte anche “un forte sostegno per gli sforzi del presidente Vučić per giungere ad una soluzione di compromesso sul Kosovo, nell’ambito del dialogo facilitato dall’Alto rappresentante dell’Ue. In quest’ottica riteniamo che Pristina debba dimostrare il necessario impegno per riprendere le trattative, revocando anche le misure sui dazi che sono state introdotte unilateralmente lo scorso novembre e che colpiscono i prodotti serbi”. “Non è questa – ha precisato il premier – la soluzione di compromesso che auspichiamo fortemente”. Conte ha invitato “Belgrado e Pristina ad esplorare tutti i margini negoziali a loro disposizione per definire un’intesa volta a stabilizzare e a normalizzare pienamente i loro rapporti in modo anche da consolidare la stabilità dell’intera regione”. “Noi – ha evidenziato il premier – vogliamo che questo quadrante viva una prospettiva di pace, prosperità e comune partecipazione ai valori europei”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo