Privacy: Garante, per il pieno rispetto dell’accountability Regioni, Province autonome e società controllate devono ancora impegnarsi

Nonostante la maggior parte delle imprese e degli enti pubblici analizzati dalle Autorità per la protezione dei dati personali di 18 Paesi – inclusa quella italiana – mostri una buona comprensione dei concetti base del principio di responsabilizzazione (accountability), permangono carenze significative in merito alla concreta attuazione di politiche e programmi specifici a tutela della privacy. È quanto emerge dall’indagine a tappeto a carattere internazionale, avviata lo scorso settembre dalle Autorità per la protezione dei dati personali appartenenti al Global privacy enforcement network (Gpen) per verificare il rispetto del principio di accountability, introdotto anche in Europa dal Gdpr, con il Regolamento Ue sulla protezione dei dati.
“Il Garante per la privacy italiano – spiega una nota – ha analizzato Regioni e Province autonome, nonché le rispettive società controllate che effettuano rilevanti trattamenti di dati personali per lo svolgimento di compiti di interesse pubblico, coprendo oltre un quinto delle 356 organizzazioni oggetto di ‘sweep’ in tutto il mondo”.
Dai dati raccolti da 19 soggetti pubblici (Regioni e Provincie autonome) e 54 società in-house analizzati emerge che un quinto delle regioni non ha ancora adottato una procedura interna per la gestione dei dati personali nell’organizzazione o non l’ha applicata correttamente nelle attività quotidiane. Inoltre, nel 40% dei casi, però, le organizzazioni non hanno posto in essere alcun monitoraggio in merito all’attuazione di corrette pratiche nel trattamento dei dati personali.
L’indagine ha messo comunque in evidenza che “è garantita un’adeguata trasparenza nel trattamento dei dati, attraverso specifiche informative agli interessati sul trattamento dei dati personali. Tali informative, di solito, sono costantemente aggiornate e facilmente accessibili, sebbene alcune organizzazioni appaiono limitarsi a presentare la sola privacy policy del sito web”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo