Italia: Mattarella, “Paese ricco di energie positive, risorse di umanità, senso della comunità”

(Foto: Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“Il nostro Paese è ricco di energie positive, di risorse di umanità, di comunità, di persone che sanno che si vive meglio, si è gratificati personalmente se ci si impegna per questioni di interesse comune, se ci si impegna per persone che sono temporaneamente o stabilmente in difficoltà, se si combatte per superare le difficoltà a sconfiggere prevenzioni e pregiudizi”. Lo ha affermato questa mattina il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento al Quirinale in occasione della cerimonia di consegna delle onorificenze Omri conferite “motu proprio” a cittadini distintisi per atti di eroismo e impegno civile.
Secondo il Capo dello Stato, “la denominazione del filmato ‘eroi quotidiani’, utilizzando l’espressione adoperata dalla stampa, dai mezzi di comunicazione e dalle tv con un po’ di enfasi, è un termine lusinghiero e non mi dispiace che venga adoperato nei vostri confronti”. “Ho letto nei giorni scorsi interviste fatte ad alcuni di voi che hanno sottolineato con saggezza ‘non siamo eroi, siamo persone che, di fronte a problemi, a esigenze insorte, comuni o di persone in difficoltà, hanno fatto quel che pensavano fosse giusto’. E questa – ha osservato Mattarella – è la definizione migliore; io condivido questa saggezza”.
“Vi ringrazio molto per aver testimoniato questi valori di sensibilità, impegno, solidarietà. Non siete i soli, vi sono tante persone che, come voi, in Italia, si impegnano in base agli stessi valori”, ha proseguito il presidente, che ha voluto sottolineare come i decorati rappresentano “le tante persone che in Italia adottano comportamenti così belli, così importanti e positivi come i vostri”. “Si vive meglio – ha evidenziato – perché siamo nati per vivere insieme, non per vivere separati l’uno dall’altro. I vostri comportamenti hanno indicato questa sensibilità, questo criterio di comportamento e perciò vi ringrazio molto”.
“I riconoscimenti – ha concluso Mattarella – sono il segno che si vuole dare al nostro Paese, non soltanto un’indicazione di comportamenti da apprezzare, ma anche da conoscere, perché i vostri comportamenti, come quelli di tante altre persone, suscitano nella società esempi e creano una sempre maggiore ondata di sostegno vicendevole e di solidarietà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo