Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Primarie Pd, trionfo per Zingaretti. Tornado Alabama, 22 morti. Estonia, elezioni al centrodestra

Primarie Pd: trionfo per Zingaretti. Ai gazebo 1,7 milioni di elettori

Nicola Zingaretti è il nuovo segretario del Pd con un bagno di consensi nel voto popolare delle primarie: con un’affluenza oltre il milione e settecentomila votanti, il governatore del Lazio ha ottenuto circa il 70%, oltre un milione di preferenze, largamente al di sopra della maggioranza necessaria del 50% più uno. “Un risultato straordinario, più votanti delle ultime primarie – esulta Zingaretti -. Viva la democrazia italiana!”. La sua leadership viene riconosciuta da tutti i big del partito, a iniziare dagli altri candidati: Maurizio Martina, intorno al 18%, e Roberto Giachetti, terzo con il 12%.

Tornado Alabama: 22 morti, anche 2 bimbi

Almeno 22 persone, tra cui 2 bambini, sono state uccise da un tornado che ha colpito l’Alabama, distruggendo case prefabbricate e sradicando alberi. Lo ha reso noto Jay Jones, sceriffo della contea di Lee. L’allarme meteo è stato esteso a Georgia, Florida e South Carolina. Il tornado si è abbattuto con violenza su Beauregard, una comunità a circa 100 km a est di Montgomery, la capitale dell’Alabama. Sul posto ci sono 150 soccorritori.

Estonia: elezioni al centrodestra

Il Partito riformatore, liberale e di centrodestra, ha vinto le elezioni parlamentari in Estonia, superando il Partito di centro, centrista e liberale, che era al governo del Paese. Kaja Kallas, ex parlamentare europea e leader del Partito riformista estone, potrebbe diventare la prima premier donna del Paese. Il partito di centrodestra, fino a ieri all’opposizione, ha avuto la meglio sul partito di centro di Juri Ratas, con il 28,8% dei voti. In Parlamento valgono 34 seggi su 101: per l’Estonia si riapre dunque la strada della coalizione. Confermate le previsioni per il partito nazionalista di destra Ekre, guidato da Mart Helme, che ha più che raddoppiato i voti, arrivando al 17,8%.

Francia: in 100 migranti tentano di attraversare le Manica a Calais

Nonostante i controlli – nella notte tra sabato e domenica – un gruppo di circa 100 migranti si è introdotto illegalmente nel porto di Calais. Una parte di questi è riuscita anche ad imbarcarsi su un traghetto alla volta dell’Inghilterra. La polizia ha arrestato oltre 60 persone alcune di queste si trovavano già a bordo della nave. La situazione è rimasta critica fino a domenica mattina quando alcuni dei migranti hanno opposto resistenza all’intervento delle forze dell’ordine, arrampicandosi su una passerella dell’imbarcazione. Nonostante i ripetuti interventi per evitare la creazione di una nuova giungla, a Calais vivono accampati tra i 350 e i 500 profughi che sperano di attraversare la Manica.

Croazia: giornalisti in piazza per difendere la libertà di stampa

“Avete sequestrato i media, non rinunceremo al giornalismo”, questo lo slogan dei centinaia di giornalisti croati che hanno protestato a Zagabria contro le crescenti pressioni sulla stampa da parte delle autorità. L’intenzione è quella di consegnare al governo un documento con le loro richieste. Hrvoje Zovko, associazione croata dei giornalisti, sottolinea: “Un giornalismo libero e giusto è un diritto umano per tutti. Senza la libertà di stampa non esiste una società libera”. Secondo quanto riferito dall’Associazione croata dei giornalisti, sono oltre 1.160 le azioni civili intentate ai danni dei rappresentanti dell’informazione vittime di censure e minacce.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo