Diocesi: Velletri, venerdì e sabato le “24 ore per il Signore” in Cattedrale. Mons. Apicella: “Una notte di preghiera e penitenza”

La Chiesa di Velletri celebra nella notte tra venerdì 29 e sabato 30 marzo l’iniziativa “24 ore per il Signore”, secondo la richiesta di Papa Francesco di dedicare il venerdì della terza settimana di Quaresima a una speciale preghiera di particolare intensità, da affiancare alla pratica ascetica del digiuno.  Mons. Vincenzo Apicella è vescovo di Velletri-Segni. “Vogliamo dedicare una serata e una nottata alla preghiera, alla penitenza e alle confessioni – spiega al Sir –. Durante la notte, la basilica cattedrale di San Clemente I, papa e martire, resta aperta e le parrocchie di Velletri si alternano nell’accoglienza e nell’animazione della preghiera. Come comunità cittadina, per questa Quaresima abbiamo lanciato un’iniziativa a favore della Siria e dei cristiani di Aleppo in particolare. Il frutto della penitenza quaresimale andrà a loro. Questa serata si inserisce inoltre nell’accompagnamento dei catecumeni adulti che riceveranno il Battesimo la notte di Pasqua e rappresenta per tutti fedeli un’occasione importante per prepararsi alla Pasqua”. Mons. Apicella presiederà la celebrazione penitenziale di venerdì alle 19, che apre le “24 ore per il Signore”, e poi la messa del sabato mattina alle 8, che conclude l’esperienza, e sarà presente durante la preghiera notturna. “Il segno della chiesa aperta è la nostra risposta alla richiesta del Papa. Ci sembra una proposta interessante e soprattutto un segnale di presenza per tutta la città” conclude mons. Apicella.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo