Cure palliative: inaugurata a Milano la “Casa sollievo bimbi”, il primo hospice pediatrico della Lombardia

È stata inaugurata questa mattina a Milano la “Casa sollievo bimbi”, il primo hospice pediatrico della Lombardia. La struttura è stata fortemente voluta da Vidas, l’associazione che dalla sua fondazione, avvenuta 37 anni fa, si è presa cura di oltre 35mila malati inguaribili. “Erano in prevalenza anziani – ha ricordato la fondatrice, Giovanna Cavazzoni -, poi persone di mezza età e nel tempo siamo stati chiamati nelle case a curare anche i più giovani. Questo fino a circa un anno fa, quando si è deciso di strutturare un servizio interamente dedicato a bambini, adolescenti e alle loro famiglie, con pediatri e specialisti”. Dopo avere attivato un’équipe domiciliare formata in cure palliative pediatriche, l’ultimo sogno di Giovanna Cavazzoni – realizzare una struttura per la degenza e l’assistenza in day hospice – è oggi realtà. È la risposta a un bisogno che trova riscontro in un unico dato: in Lombardia sono circa 1.200 all’anno i minori che necessitano di cure palliative, 30mila in Italia. L’hospice pediatrico Vidas è il primo in Lombardia, uno tra i pochissimi su territorio nazionale. “Il progetto pediatrico Vidas – ha chiarito Giada Lonati, direttore sociosanitario dell’associazione – vuole contribuire ad arricchire la rete di cura in cui naturalmente continua a svolgere un ruolo importante l’ospedale, offrendo assistenza domiciliare grazie all’intervento di équipe pediatriche specialistiche, perché il domicilio rimane il luogo ideale di cura per il bambino e la famiglia. Accanto ad esso Casa Sollievo Bimbi sarà uno spazio in cui offrire ai bambini ricoveri di sollievo, di abilitazione e di accompagnamento nel reparto degenza, grazie a sei mini appartamenti attrezzati per l’ospitalità del minore e della famiglia laddove la complessità delle cure o la necessità di un tempo di sollievo rendano opportuno il ricovero in struttura”. “ Inoltre – aggiunge – il day hospice pediatrico con ambulatori, studi medici, palestra e spazi per attività di svago e gioco (tra le attività proposte pet therapy, musicoterapia e teatro) offrirà una risposta educativa oltre che sanitaria durante la giornata”. Dall’avvio, nel 2015, del progetto di cure palliative pediatriche domiciliari Vidas ha offerto 10.689 giornate di assistenza a 72 minori inguaribili e alle loro famiglie.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa