Ciclone Idai: Caritas Trento, raccolta fondi a sostegno della prima emergenza

Anche la Chiesa di Trento si mobilita per le popolazioni dell’Africa australe colpite nei giorni scorsi dal devastante ciclone Idai a causa del quale in Mozambico, Zimbabwe e Malawi si stimano più di 1.000 morti, anche se il numero potrebbe crescere in modo esponenziale via via che le acque si ritirano.
In segno di solidarietà verso i Paesi più poveri che subiscono le conseguenze peggiori dell’aumento di intensità e frequenza delle catastrofi ambientali, provocate anche dai cambiamenti climatici, nella diocesi di Trento è attiva una raccolta fondi presso gli uffici Caritas oppure tramite bonifico bancario a Caritas diocesana Trento. Il conto è aperto alla Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo – Iban: IT41 G035 9901 8000 0000 0081 237 – con causale: “Alluvioni Africa australe”.
Nella nota si precisa che non è richiesto l’invio di beni materiali.
Nonostante le difficoltà, le Caritas dei tre Paesi attraverso gli organismi nazionali, diocesani e le parrocchie si sono mobilitate per un primo piano organico di intervento d’urgenza. A tale scopo la presidenza della Cei ha già stanziato 1 milione di euro, dai fondi dell’8xmille, cui si aggiungono altri 500mila euro provenienti dalla rete Caritas.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa