Bambino Gesù: Enoc (presidente), “coltiviamo il sogno di un Istituto tumori e trapianti”

In occasione dei 150 anni dell’Ospedale Bambino Gesù, “lanceremo una campagna per l’Istituto tumori e trapianti”. Lo ha annunciato Mariella Enoc, presidente del nosocomio della Santa Sede, intervenendo alla presentazione del volume “Il Bambino Gesù un Unicum nel panorama della Sanità. La natura giuridica dell’Ospedale” scritto da Rossana Ruggiero ed edito dalla Libreria editrice vaticana. Quello dell’Istituto è “un sogno che coltiviamo, sia per diminuire la pressione sulla struttura del Gianicolo sia per consentire ai laboratori e alla clinica di essere vicini”, ha spiegato Enoc che lo ha definito “un sogno complicato”. Ma, ha aggiunto sorridendo, “le sfide richiedono sempre coraggio e un pizzico di follia”. Il Bambino Gesù, ha ricordato la presidente, nasce da “un gesto di carità” unito alla scienza. Questa storia “è continuata tenendo insieme questo dimensioni facendone il primo ospedale pediatrico in Europa”. Non solo: “L’ospedale del Papa si è aperto al mondo e accoglie bambini provenienti da Paesi dove non potrebbero essere curati che qui vengono assistiti con risorse dei benefattori”, ha aggiunto Enoc che non ha mancato di fare riferimento alle “missioni internazionali che permettono di formare i medici”. “Non abbiamo soldi da dare, ma – ha concluso – possiamo permetterci di dare sapere, scienza e cure perché tutti possano beneficiarne”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa