Ciclone Idai: Caritas Bolzano-Bressanone, inviati 20mila euro per aiutare la popolazione del Mozambico

Un primo aiuto di 20mila euro è stato inviato oggi dalla Caritas Bolzano-Bressanone in Mozambico per contribuire alla fornitura di alimentari e generi di prima necessità da destinare le popolazioni colpite dal ciclone Idai. I fondi saranno gestiti sul territorio dall’associazione EsMaBaMa, da anni partner della Caritas altoatesina. Drammatico il messaggio che Fabrizio Graglia, direttore dell’associazione EsMaBaMa e responsabile delle quattro missioni comboniane che si occupano di istruzione, sanità e formazione professionale, ha fatto giungere in questi giorni a Bolzano: “Beira è una desolazione completa, il 90% degli edifici di Beira risulta danneggiato o distrutto, le missioni sono colpite in modo significativo. Tutte le colture agricole, e quindi il cibo per i prossimi mesi, sono andate distrutte. Le persone muoiono di fame e sono disperate. Quando ci vedono arrivare, urlano e corrono verso di noi con le poche forze che sono rimaste loro e ci chiedono cibo e acqua”. Ad oggi la rete idrica di Beira non è funzionante e le linee elettriche e telefoniche sono fuori servizio. Nelle campagne la situazione non è differente: campi e raccolti sono andati distrutti, migliaia di persone sui tetti dei pochi edifici rimasti in piedi attendono di essere salvate. Per aiutare le decine di migliaia di persone colpite dal ciclone Idai Caritas Bolzano-Bressanone ha lanciato anche una raccolta fondi e invita la popolazione altoatesina a inviare la propria offerta attraverso i conti bancari della Caritas, indicando la causale “Mozambico”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo