Diocesi: Albano, ad Anzio e Nettuno la Settimana dell’inclusione per una città accogliente e sicura per tutti

Da oggi e fino a domenica 31 marzo i comuni di Anzio (Rm) e Nettuno (Rm) ospitano la prima edizione della Settimana dell’inclusione, che propone lo slogan “Una città per tutti. Accogliente, sicura, libera dalla paura”. L’iniziativa è promossa dal Vicariato territoriale di Anzio e da associazioni come Agesci e Masci, Pax Christi, Sant’Egidio, Focolari, Caritas e Cngei. Don Andrea Conocchia, vicario episcopale per Anzio, spiega al Sir: “L’evento è il risultato di una riflessione prolungata e condivisa tra organizzazioni che vogliono proporre esperienze positive e pratiche virtuose per rimettere al centro l’uomo, soprattutto se debole e fragile”. Alla Conferenza di apertura, oggi ad Anzio, il segretario generale della Comunità di Sant’Egidio, Cesare Zucconi, racconta l’esperienza dei corridoi umanitari; il coordinatore nazionale di Pax Christi, don Renato Sacco, parla di scelte coraggiose di accoglienza. Dialogano con loro Francesco Scoppola dell’Agesci e Roberta Ferruti della Rete comuni solidali. Durante la settimana, si susseguono giochi di piazza animati dagli scout, una mostra di opere di artisti con disabilità, concerti con musiche di tradizioni differenti e una partita di calcio tra una squadra di richiedenti asilo, l’Atletico Pop United, e una rappresentativa del Vaticano. “In un territorio multiculturale, la comunità cristiana può essere pungolo per chi la abita e suscitare domande che formino le coscienze e parlino di inclusione nella diversità” conclude don Andrea Conocchia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia