Donazioni sangue: Fidas, in occasione del 60° di fondazione presentato lo spot “Metti in circolo l’energia”

Si intitola “Mettiamo in circolo l’energia della vita” il nuovo spot della Fidas sulla donazione di sangue. “Molte volte – spiega una nota della Federazione italiana associazioni donatori di sangue – ci imbattiamo in campagne di comunicazione sociale che vogliono stimolare comportamenti positivi e in questa direzione si muovono numerosi spot sulla donazione del sangue”. Ma “Metti in circolo l’energia”, realizzato in occasione del 60° anniversario di fondazione della Federazione e in onda da oggi, “vuole essere altro”. “Altro – prosegue la nota – perché nei trenta secondi non si parla mai di donazione di sangue, altro perché non c’è alcuna volontà di colpevolizzare lo spettatore che non ha mai donato, altro ancora perché non assume in alcun modo toni paternalistici. Lo spot, prodotto, vuole essere una ventata di energia, quella stessa energia che hanno i donatori di sangue nel momento in cui dedicano un po’ del proprio tempo a favore degli altri. Pochi minuti, infatti, possono essere di fondamentale importanza per chi necessita di terapie trasfusionali”.
“La donazione di sangue – spiega Fidas – è un gesto semplice, che chiunque sia in buona salute può compiere. Non è un’azione straordinaria che richiede particolare coraggio o doti sovrumane, ma è un’azione che può rientrare tra quelle faccende quotidiane come studiare, fare shopping o trascorrere del tempo con una persona cara”.
Da oggi a lunedì 24 marzo, centodieci giovani donatori di sangue di età compresa tra i 18 e i 28 anni si ritrovano a Torino per il XX Meeting nazionale Giovani Fidas. Nell’occasione partirà il Fidas Tour 2019, un vero e proprio giro d’Italia con 25 tappe lungo tutto lo Stivale che si concluderà venerdì 26 aprile a Matera in concomitanza con l’apertura del 58° Congresso nazionale della Fidas. L’obiettivo dell’iniziativa è mantenere alta l’attenzione su un gesto di solidarietà che in Italia coinvolge ogni anno quasi un milione e 800mila persone, ma che sottolinea il presidente nazionale Fidasm Aldo Ozino Caligaris, “abbiamo il dovere di continuare a promuovere in particolare rivolgendoci alle nuove generazioni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo