Mafia: Casellati, “lotta deve essere sempre priorità per lo Stato”. Con “la corruzione sono tumori che vanno estirpati definitivamente”

“La battaglia contro le mafie, per lo Stato, è e deve restare una priorità assoluta fino a quando le organizzazioni criminali non saranno disarticolate. Perché la mafia e la corruzione sono tumori che vanno estirpati e debellati definitivamente dal nostro Paese”. Lo dichiara il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che si celebra oggi a Padova e in numerose altre città italiane.
“Dobbiamo ricordarlo ogni giorno, così com’è doveroso coltivare ogni giorno la memoria di tutte le vittime innocenti che hanno pagato con la vita il loro impegno per la legalità”, prosegue la seconda carica dello Stato, che ammonisce: “Il loro sacrificio non deve cadere nell’oblio”.
“Sono a fianco di tutte le persone che oggi a Padova, la mia città, scenderanno in strada per onorare il ricordo dei tanti cittadini, carabinieri, poliziotti, magistrati, imprenditori, politici e amministratori, giornalisti, sindacalisti e sacerdoti caduti per mano mafiosa”, conclude Casellati.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo