Terzo settore: Fondazione di comunità Val di Noto, nei primi 5 anni di vita sostenuti 85 progetti per oltre 2 milioni di euro

È nata cinque anni fa “dal grande amore per questa terra, dall’attenzione ai più deboli, dal desiderio di giustizia, dall’affetto per i giovani, dall’impegno per il loro futuro e i loro sogni più belli”. E in questi cinque anni la Fondazione di comunità Val di Noto ha sostenuto in Sicilia 85 progetti, per i quali sono stati erogati oltre due milioni di euro. Era l’11 febbraio 2014, quando associazioni di volontariato, cooperative sociali, enti culturali, esperienze di economia solidale e le diocesi di Siracusa e di Noto firmavano l’atto costitutivo della Fondazione, grazie anche al sostegno di Fondazione con il Sud. In questi anni 26 sono stati i progetti sostenuti nell’ambito del welfare, 45 nel campo dell’inclusione e la coesione sociale, 12 nel settore dell’economia sociale e solidale. Nei progetti hanno sinora lavorato 150 operatori, supportati da circa 300 volontari. Nello stesso periodo sono state, inoltre, organizzate conferenze, giornate di studio, formazione, incontri. La Fondazione opera all’interno di cinque distretti socio-sanitari, finanziando progetti dislocati nei comuni di Augusta, Avola, Francofonte, Ispica, Lentini, Modica, Noto, Pachino, Palazzolo Acreide, Pozzallo, Siracusa, Scicli, Solarino. “La Fondazione – spiega il presidente, Maurilio Assenza – si propone di accrescere l’infrastrutturazione sociale del territorio, attraverso alleanze per il bene comune e cammini di liberazione, legalità, sviluppo sostenibile. Attingendo al patrimonio di calore umano del nostro Sud e coniugandolo con l’impegno a lottare contro ogni forma di corruzione e di mafia. Con particolare attenzione alle città, di cui “va ritrovata l’anima”, come ricordava Giorgio La Pira, vivendoci “a misura di sguardo”, con relazioni e scelte sottoposte al “controllo etico ravvicinato”, secondo quanto diceva il cardinale Martini”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori