Lavoro: De Maio (Agenzia nazionale giovani), “i problemi ereditati dovranno essere risolti dai giovani”

Domenico De Maio, direttore generale dell’Agenzia nazionale per i giovani, nata dodici anni fa per gestire il programma Erasmus, porta l’esperienza di quest’agenzia governativa al modulo formativo “Fondata sul lavoro” di Roma. “Lavoriamo sulla formazione non convenzionale – spiega De Maio – Ciascuno può interfacciarsi con noi per implementare i programmi europei”. L’intervento di De Maio si concentra poi sul Corpo europeo di solidarietà, “fatto di programmi e finanziamenti a progetti che possono essere messi in gioco da giovani singoli o da laboratori di ragazzi che lavorano sul territorio”. “Vogliamo tornare ai territori, alle loro specificità e dare voce ai giovani, perché devono essere loro i protagonisti che scrivono i progetti – insiste il direttore generale dell’Agenzia nazionale per i giovani – Siamo la prima generazione che inizia ad avere paura del futuro. Dobbiamo però interrogarci su come trasferire un’energia positiva a chi nei territori può trasformare la realtà in senso positivo. I problemi ereditati dovranno essere risolti dai giovani: nessuno ci dà una ricetta per scegliere una strada formativa e lavorativa rispetto a un’altra”. De Maio introduce infine il concetto di ‘Youthwork’, “una forma di animazione socio-educativa basata sull’interazione con i giovani, di cui anche l’attività di volontariato compiuta dalle associazioni cattoliche con le nuove generazioni rappresenta una parte importante”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori