Giovani: mons. Fragnelli (Trapani), “interpretare e scegliere quanto può essere veramente utile ai giovani siciliani di oggi”

Per mons. Pietro Maria Fragnelli, vescovo di Trapani e delegato della Conferenza episcopale siciliana per i giovani, “mettersi in ascolto dei desideri e delle attese dei giovani è un’esperienza sociale ed ecclesiale molto impegnativa. Il Sinodo – dice – ci ha incoraggiati a farlo sempre di più insieme, rafforzando e inventando cammini sinodali per riconoscere, interpretare e scegliere quanto può essere veramente utile ai giovani siciliani di oggi”. Per questo le commissioni dell’Ufficio regionale per i Giovani e il Centro regionale per le Vocazioni si sono lasciate convocare insieme, in ascolto di don Rossano Sala, segretario speciale per il Sinodo, ad Aci Sant’Antonio, Catania. “Dobbiamo crescere in questo servizio che le nostre Chiese e le nostre realtà carismatiche di Sicilia sono chiamate a mettere in atto”. Sinodalità, dunque, e ancora sinergia ed energia pronte ad essere investite già nel prossimo appuntamento avrà già una sua continuità: “Incoraggiati dal Sinodo, ma anche dalle esigenze dei tempi – sostiene don Dino Lanza, direttore del Centro regionale per le Vocazioni della Sicilia – si continuerà ad orientare insieme le forze, insieme anche alla Pastorale familiare, già nel Pav l’annuale Percorso per animatori vocazionali, perché i giovani abbiano l’opportunità di sentirsi chiamati a qualcosa di grande. Loro sono bene e opportunità, consegna e speranza per la Chiesa tutta e per il mondo nel quale la Chiesa è chiamata ad essere segno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori