Egitto: card. Sandri a Papa Tawadros, “dolore per tutte le vittime della violenza e degli attentati”

Incontro oggi presso il monastero di San Bishoy, sulla strada che collega il Cairo con Alessandria, tra Tawadros II, Papa di Alessandria e Patriarca della Sede di San Marco e il card. Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese orientali. Evento atteso che rientra nel viaggio del cardinale in Egitto dove in questi giorni sono in corso le celebrazioni per gli 800 anni dell’incontro tra Francesco di Assisi e il Sultano, Malik al-Kamil, a Damietta. Secondo quanto riferito dalla Congregazione per le Chiese orientali si è trattato di “un incontro caloroso che ha visto Papa Tawadros accogliere i suoi ospiti sulla porta di ingresso della sede, illustrare loro i nuovi spazi, indicando con orgoglio la struttura antistante, la Biblioteca Patriarcale, inaugurata di recente”. Nel dialogo successivo il card. Sandri ha illustrato il motivo della sua visita, ha descritto “le tappe nelle diverse Eparchie dell’Alto Egitto fino a ricordare la cerimonia vissuta il giorno precedente a Damietta per commemorare l’incontro di San Francesco e del Sultano. Il ricordo si è quindi spostato sul recente viaggio papale ad Abu Dhabi, con la firma del Documento sulla Fratellanza, che “esprime un auspicio di speranza e rinnovamento nei rapporti tra i cristiani e i musulmani, e più in generale un nuovo stile di collaborazione tra le religioni per la pace e la riconciliazione dei popoli del mondo”. In chiave ecumenica il Prefetto ha parlato di “cammino ben avviato” con le comunità copto ortodosse nonostante qualche “ incomprensione e fatica”. Il Prefetto non ha mancato di esprimere “dolore per tutte le vittime della violenza, in particolare quelle che in questi anni all’interno della Chiesa Copta sono state provocate da attentati ed atti di terrorismo, persino all’interno delle chiese e durante le celebrazioni liturgiche”. Infine ha presentato “i saluti e l’abbraccio di Papa Francesco, tanto legato e colmo di stima per il Patriarca copto”, e ha fatto dono della medaglia commemorativa dell’incontro di Abu Dhabi, insieme alle copie del Documento in arabo e inglese. Il card. Sandri era accompagnato dal Nunzio Apostolico mons. Bruno Musarò, dal Segretario della Nunziatura don Jan Thomas Limchua e dal Vicario Patriarcale Rev.do Hani Bakoum.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori