Diocesi: Perugia, riapre al culto la chiesa “leonina” di San Pietro Apostolo in Chiugiana di Corciano. Domani il rito con il card. Bassetti

“È sempre una gioia immensa la riapertura al culto di una chiesa parrocchiale, segno di vitalità dell’intera comunità locale e di forte legame spirituale e culturale ad un luogo che ha segnato per molte persone momenti significativi della vita delle loro famiglie”. Così mons. Fabio Quaresima, parroco di Olmo-Chiugiana-Fontana e vicario episcopale della seconda zona pastorale dell’arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve commenta la riapertura al culto della chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo in Chiugiana di Corciano, a cinque anni dalla sua chiusura per lavori di manutenzione straordinaria. Lavori che sono stati resi possibili grazie al contributo del Fondo 8XMille della Chiesa cattolica, del Comune di Corciano, della Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio dell’Umbria, e a diversi privati benefattori. Domani pomeriggio, domenica 3 marzo, alle 17, sarà l’arcivescovo di Perugia, il card. Gualtiero Bassetti, a riaprire ufficialmente la chiesa. Un incontro che culminerà con la concelebrazione eucaristica, alle 18, presieduta dallo stesso cardinale assieme al parroco mons. Quaresima, a don Fabrizio Fucelli, parroco moderatore dell’Unità pastorale di Corciano-Olmo-Chiugiana-Fontana e ad altri sacerdoti. Sono attesi numerosi fedeli che da quasi un decennio si ritrovano per le messe e le attività pastorali e socio-caritative nel complesso interparrocchiale “Santa Maria della Speranza” di Olmo. “La chiusura per cinque anni della nostra San Pietro – commenta il parroco – è stato un incentivo per vivere meglio lo spirito di Unità pastorale, ma per le persone più anziane non è mancato qualche disagio che da domenica non si verificherà più, perché in San Pietro celebreremo la messa pomeridiana delle festività”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori