Diocesi: Melfi, progetti in Bangladesh, Messico e Honduras a favore dei più piccoli e dei missionari che li seguono

“Adottiamoli tutti!” è lo slogan di un progetto del Centro missionario diocesano di Melfi-Rapolla-Venosa a favore di missioni in varie parti del mondo. “L’iniziativa è nata a ottobre e si concentra su Bangladesh, Messico e Honduras” spiega al Sir Maria Rita Lattarulo, responsabile di Missio-Ragazzi per il Centro missionario della diocesi di Melfi. “Nel primo caso, aiutiamo i missionari saveriani, in particolare padre Antonio Germano, a sostenere gli studenti, fuori-casta che altrimenti sarebbero schiavizzati, e gli insegnanti delle loro scuole in 13 villaggi. Per mantenere un ragazzo a scuola servono 50 euro all’anno: in fondo ci vuole poco, per questo abbiamo scelto il motto ‘adottiamoli tutti’”. In Messico, il Centro missionario di Melfi ha appena concluso un progetto con la congregazione Maria Stella della nuova evangelizzazione per i bambini di strada malati di Aids: con una lotteria missionaria e coinvolgendo aziende locali, hanno inviato i fondi a un missionario originario della diocesi, padre Mattia Lavello. “In Honduras, infine, siamo vicini a padre Gianfranco Todisco, nostro vescovo emerito che ha rinunciato in anticipo al governo pastorale per fare il missionario, a cui hanno affidato una parrocchia di 80 villaggi e che aiutiamo con le scuole – aggiunge Maria Rita Lattarulo –. I nostri progetti non hanno intermediari e si alimentano grazie a impegno e creatività dei volontari e con il contributo soprattutto di singoli e di alcune parrocchie del territorio diocesano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori