Volontariato: Briola (Avis), “‘spazzacorrotti’ rende più difficile il nostro impegno di solidarietà, equiparazione a partiti è ingiusta”

“Seguiamo con attenzione e al tempo stesso preoccupazione le possibili conseguenze per molte delle nostre 3.400 sedi del cosiddetto decreto ‘Spazzacorrotti’. In questo senso, appoggiamo l’intervento del Forum Terzo settore e ci auguriamo che l’incontro con il ministro della Giustizia possa dare risultati positivi già da oggi”. Così il presidente nazionale dell’Avis, Gianpietro Briola, in una nota sui possibili effetti negativi che la cosiddetta legge “spazzacorrotti” produrrebbe nel mondo del volontariato e del non profit. “Avis e il volontariato – sottolinea Briola – non vogliono nessuna scorciatoia normativa, né vogliono abbassare la guardia sulla trasparenza. Riteniamo però che qualsiasi equiparazione ai partiti politici sia ingiusta nella forma e nella sostanza e lo è ancora di più se porta a un aggravio di costi e burocrazia che finirebbe per rendere più difficile lo svolgimento quotidiano del nostro impegno di solidarietà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa