Strage Nuova Zelanda: Papa Francesco, vicinanza “ai nostri fratelli musulmani” e appello a “contrastare l’odio e la violenza”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

Vicinanza “ai nostri fratelli musulmani” e appello “ad unirsi con la preghiera e i gesti di pace per contrastare l’odio e la violenza”. Ad esprimerli è stato il Papa, al termine dell’Angelus di ieri, in cui ha fatto riferimento all'”orribile attentato” in Nuova Zelanda, che ha causato 50 morti. “In questi giorni, al dolore per le guerre e i conflitti che non cessano di affliggere tutta l’umanità, si è aggiunto quello per le vittime dell’orribile attentato contro due moschee a Christchurch, in Nuova Zelanda”, ha detto Francesco: “Prego per i morti, i feriti e i loro familiari. Sono vicino ai nostri fratelli musulmani e a tutta quella comunità. Rinnovo l’invito ad unirsi con la preghiera e i gesti di pace per contrastare l’odio e la violenza. Preghiamo insieme, in silenzio, per i nostri fratelli musulmani che sono stati uccisi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa