Flat tax: De Palo (Forum famiglie), “chi ha più figli paghi meno tasse, con qualsiasi reddito”

“Nel dibattito sul tema della Flat tax per le famiglie, il rischio è quello di dimenticarsi che la priorità assoluta di questo Paese è la denatalità. Ci chiediamo, poi, se verrà finanziata con l’aumento dell’Iva, nel qual caso a pagarne i benefici saranno i nuclei familiari con spese fisse, cioè quelli poveri e con figli a carico. Gli stessi ai quali verranno tolte tutte le detrazioni per i figli e per le relative spese. Nella previsione di una clausola di salvaguardia, abbiamo timore che possa riguardare i nuclei con figli: in sostanza, gli unici che non sarebbero premiati da questa misura”. Così il presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari, Gigi De Palo, rispetto all’ipotesi di Flat tax emersa in questi giorni. Il Forum, spiega, “è convinto che chi ha la responsabilità di figli a carico, invece, debba avere più vantaggi di chi non ne ha, a qualsiasi livello di reddito. Su questo non si dovrebbe transigere: che uno guadagni 20mila euro o 70mila euro, chi ha figli dev’essere messo nelle condizioni di pagare meno tasse”. “Non ci risultano ancora dettagli specifici sul provvedimento – prosegue De Palo -; per il Forum ciò che conta è che non penalizzi i nuclei familiari con figli e soprattutto che nell’elaborazione concreta non si riveli l’ennesima misura a favore dei single o d’incentivo alle separazioni legali fittizie. Ci domandiamo, peraltro, perché non si utilizza il meccanismo del Fattore Famiglia, già messo a punto e proposto da tempo? Nei prossimi giorni – conclude – lanceremo la nostra proposta fiscale di evoluzione del ‘Fattore Famiglia’ per incentivare concretamente la natalità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa