Diocesi: Roccella Ionica, ritrovata statuetta di sant’Ilarione trafugata ad ottobre nell’omonimo eremo. Il vescovo Oliva (Locri), “ci riempie di gioia”

È stata ritrovata a Roccella Ionica la statuetta di sant’Ilarione che era stata trafugata nell’ottobre del 2018 presso l’omonimo eremo situato nel territorio di Caulonia. La settecentesca opera in legno è stata rinvenuta davanti al santuario della Madonna delle Grazie, a Roccella, dentro un sacchetto di plastica. A notare la statua è stato un pellegrino, in visita con la famiglia al santuario mariano roccellese. Appena avvisati, sono intervenuti i carabinieri che, dopo i rilievi del caso, hanno provveduto a mettere al sicuro la statuetta. La notizia del ritrovamento è stata accolta con gioia in tutta la diocesi ed in particolare da fr. Frédéric Vermorel, l’eremita che abita nel luogo in cui era avvenuto il furto.
“Il recupero della statuetta di sant’Ilarione ci riempie di gioia”, ha dichiarato il vescovo di Locri-Gerace, mons. Francesco Oliva . Dopo aver rivolto un plauso ai carabinieri, il presule si è augurato che “la restituzione della statuetta sia espressione di un sincero pentimento da parte di chi aveva commesso il furto sacrilego. In questo tempo di quaresima, rappresenta un bel gesto di speranza. Come chiesa – ha detto ancora mons. Oliva – non possiamo mai abbassare la guardia nel custodire e tutelare il patrimonio di arte e cultura presente nelle nostre chiese. E per questo, rivolgo un grazie anche ai sacerdoti che se ne prendono cura quotidianamente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa