Ambiente: Bruxelles, conferenza sulla “salute” degli oceani. Tajani, “dall’Ue stop a rifiuti di plastica”

(Bruxelles) “Il Parlamento europeo vuole dare risposte concrete ai milioni di ragazzi scesi in piazza per portare i cambiamenti climatici al centro dell’agenda politica. Siamo dalla loro parte”. Lo afferma Antonio Tajani, presidente dell’Assemblea Ue, alla vigilia della Conferenza internazionale sul futuro degli oceani che si terrà domani a Bruxelles. “Il Parlamento europeo è in prima linea – dice – nella battaglia in difesa del pianeta. Oggi ci troviamo di fronte ad una crisi storica, con importanti conseguenze sociali, economiche, politiche e ambientali. Il Parlamento crede che sviluppo economico, competitività industriale e politiche climatiche possano e debbano essere complementari. Continuare a sfruttare ed inquinare i nostri oceani sarebbe una scelta irresponsabile”. Per questo, aggiunge Tajani, ci siamo battuti per includere la tutela e l’uso consapevole delle risorse degli oceani fra gli obiettivi di sviluppo del millennio delle Nazioni Unite. Entro il 2050 i rifiuti di plastica presenti negli oceani supereranno i pesci. Diventa essenziale e urgente una politica di tolleranza zero contro la plastica monouso. Per questo il Parlamento ha votato per bandire l’utilizzo di plastica non riutilizzabile sul territorio dell’Unione. Utilizzare materiali alternativi alla plastica non significa solo avere oceani più puliti, ma permetterà anche di risparmiare diversi miliardi di euro”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa