Erasmus: Corradi, “non è stata una strada facile. Ho dovuto lottare 18 anni, ma il programma è stato realizzato”

“Non è stata una strada facile, ho dovuto lottare 18 anni, mi dicevano che non si sarebbe mai realizzato il programma Erasmus, invece ci sono riuscita”. Lo ha raccontato oggi Sofia Corradi, l’ideatrice dell’Erasmus, intervenuta alla Giornata dell’università, dal titolo “Quali profili per il nostro futuro? Giovani, università e mondo del lavoro”, promossa dall’Università Pontificia Salesiana (Ups). “Oggi – ha proseguito – il mio sogno si è avverato. Questa esperienza giovanile di maturazione della personalità non è riservata solo a chi ne ha le possibilità, ma viene offerta a chiunque abbia la voglia di intraprenderla. Il progetto Erasmus è democratizzazione degli studi, anche universitari, e promozione della pace tra i popoli tramite la conoscenza di persone che appartengono a diverse culture”. La grandezza del progetto Erasmus sta nel fatto che gli studenti possono vedersi accreditati, al fine del conseguimento della laurea, gli studi compiuti all’estero.
“L’entusiasmo è il motore della vita – ha commentato Jaime De Ferrà y Gisbert, dell’Instituto balear de la historia, intervenuto alla giornata –. Non bisogna mai perdere di vista il valore dell’umiltà e del rispetto, soprattutto per chi lavora con noi e per noi”. In un videomessaggio il card. Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio consiglio della cultura, ha sottolineato l’importanza degli studi universitari nella vita del giovane, un momento che ha definito “transitorio” e che deve permettere al giovane “di riconoscersi nella società e inserirsi nel mondo del lavoro”. Dal canto loro, sottolinea il card. Ravasi, gli adulti devono mostrarsi accoglienti delle loro competenze e ha esortato “il giovane stesso a entrare nel tessuto sociale e lavorativo senza temere e scoraggiarsi”. Il rettore don Mauro Mantovani ha annunciato “la costituzione della cooperativa “Sales-Psicologia” come servizio delle attività di psicoterapia, rivolte a persone e a famiglie, svolte dal centro psicopedagogico della facoltà di scienze dell’educazione”. La giornata all’Ups si è conclusa con la consegna delle benemerenze a Sofia Corradi, a Jaime De Ferrá y Gisbert e a Roberto Martín.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa