Venezuela: mons. Gutiérrez (Ciudad Bolívar), “serve un cambiamento”

“Specialmente negli ultimi giorni siamo stati testimoni dell’incapacità del regime di affrontare crisi elettriche che sono il prodotto della loro mancanza di gestione e pigrizia. Un’industria elettrica abbandonata, deteriorata e trasformata, come tutte le imprese statali, in un braccio politico del partito del regime, ha causato un collasso delle cui conseguenze noi venezuelani continuiamo a soffrire”. Lo scrive, in un comunicato pubblicato ieri, mons. Ulises Gutiérrez, arcivescovo di Ciudad Bolívar, capitale dello Stato che fornisce al Paese l’80% dell’energia elettrica. Nella nota si accusa il regime di essere “il responsabile” della situazione che si è creata negli ultimi 5 giorni, durante i quali i blackout “hanno colpito ospedali e cliniche, servizi pubblici, comunicazioni, attività bancarie, paralizzando il Paese come mai nella sua storia. È morto un numero significativo di cittadini che non hanno ricevuto l’attenzione medica necessaria per la mancanza di energia elettrica”.
Prosegue mons. Gutiérrez: “Sono momenti cruciali per la nazione, noi venezuelani esigiamo un cambiamento urgente che porti il Paese sulla strada del progresso, della pace, della giustizia e della democrazia”.
Nella nota si prendono in esame altre situazioni di crisi che attanagliano lo Stato del Bolívar: la sofferenza del popolo per “il deterioramento accelerato della qualità della vita”, la carenza di alimenti e medicine, la mancanza dei servizi essenziali. Ma l’attenzione è puntata anche su quanto sta accadendo nel cosiddetto Arco minero dell’Orinoco, la zona mineraria dove giungono numerose persone che fuggono dalle città, per vivere in situazione di “inesistente sicurezza e salute”, in un contesto di “corruzione, rovina e distruzione dell’ambiente”, diffusione di malattie. L’arcivescovo accusa anche il mancato rispetto dei diritti delle popolazioni indigene, un tempo “bandiera del regime”, e oggi “umiliate e violentate nei loro diritti umani”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa