Notizie Sir del giorno: anniversario Pontificato, Brexit, obbligo vaccinale, elezioni europee, ambiente, solidarietà, tutela minori

Anniversario Pontificato: gli auguri della Cei, “gratitudine per i processi avviati”

“Santità, nello scorrere dei giorni ci sono date che diventano occasione per esprimere alla persona amata un ringraziamento e un augurio. Così, l’odierno anniversario della Sua elezione a Vescovo di Roma diventa motivo di gratitudine per i processi che ha saputo avviare nella Chiesa con l’eloquenza della Sua testimonianza. La nostra preghiera si fa intercessione, perché possa sperimentare ogni giorno l’olio dello Spirito Santo e il vino della comunione ecclesiale. Con il nostro popolo Le rinnoviamo la gioia della nostra disponibilità e del nostro impegno”. È il messaggio di auguri che la Presidenza della Cei ha inviato oggi a Papa Francesco, in occasione del sesto anniversario dell’elezione al soglio pontificio. (clicca qui)

Brexit: mons. Hollerich (Comece), “non riuscirà a rompere la fraternità tra noi e i nostri fratelli britannici”

(dall’inviata a Bruxelles) “Brexit continua a essere fonte di costante apprensione per il presente e il futuro. Non dobbiamo permettere che questo processo così difficoltoso possa impedire il nostro progredire in avanti. Non spetta alla Chiesa indicare soluzioni tecniche ma come abbiamo ripetuto spesso, Brexit non riuscirà a rompere la fraternità che esiste tra noi e i nostri fratelli britannici”. Lo ha detto monsignor Jean-Claude Hollerich, arcivescovo di Lussemburgo e presidente della Comece (la Commissione degli episcopati dell’Unione europea), aprendo questo pomeriggio a Bruxelles l’Assemblea dei vescovi delegati delle Conferenze episcopali di tutti i Paesi dell’Unione europea. Altro tema al centro di questa Assemblea sono le elezioni parlamentari europee. Su questo argomento, domani mattina nella sede della Comece è atteso Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea, per un momento di dialogo con i vescovi delegati di tutti i Paesi dell’Unione su quanto finora realizzato dall’Ue e sul futuro. “La Chiesa – ha spiegato – vuole essere presente: presente a livello di Unione europea, presente a livello nazionale e accanto il più possibile alle persone. In questo contesto, il messaggio principale che la Comece rivolge a tutti i cittadini è: andate a votare”. (clicca qui)

Vaccini: Bussetti (min. Istruzione), “minori non in regola esclusi riammessi a scuola dopo la presentazione della documentazione”

“Il minore non in regola con gli adempimenti vaccinali e di conseguenza escluso dall’accesso ai servizi rimarrà comunque iscritto ai servizi educativi per l’infanzia e le scuole dell’infanzia e sarà nuovamente ammesso alla frequenza subito dopo la presentazione da parte dei genitori della documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie per legge”. Lo ha affermato Marco Bussetti, ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, intervenendo oggi pomeriggio al Question time nell’aula di Montecitorio. Rispetto alla revisione dell’obbligo vaccinale, il ministro ha ricordato che “attualmente è all’esame della XII Commissione igiene e sanità del Senato il disegno di legge 770” che “si prefigge anche attraverso l’introduzione dello strumento cosiddetto ‘obbligo flessibile’ di comprendere la vaccinazione nell’ambito di un più ampio impegno dello Stato ad incentivare tutti gli strumenti di salute pubblica nella convinzione che la finalità della profilassi vaccinale dev’essere la salvaguardia del benessere del singolo e della comunità e non limitarsi invece al ricorso alla sola vaccinazione obbligatoria”. (clicca qui)

Parlamento Ue: allarme per elezioni di maggio, campagne disinformazione di Russia, Cina, Iran e Corea del Nord

(Strasburgo) Russia, Cina, Iran, Corea del Nord: sono i quattro Paesi finiti nel mirino dell’Europarlamento che oggi, durante la plenaria di Strasburgo, ha votato un testo in cui si condannano “le azioni sempre più aggressive” che cercano di “minare o sospendere i fondamenti e i principi normativi delle democrazie europee e la sovranità di tutti i Paesi del partenariato orientale”. I deputati hanno fatto il punto sugli sforzi dell’Unione “per contrastare la propaganda ostile da parte di terzi attori”, invitando poi gli Stati membri a considerare “la creazione di un quadro giuridico a livello europeo ed internazionale per affrontare le minacce ibride”. La risoluzione, adottata ad amplissima maggioranza, richiama l’urgenza di “creare maggiore consapevolezza in merito alle campagne di disinformazione condotte dalla Russia”, che costituiscono “la principale fonte di disinformazione in Europa”. I deputati chiedono che le società di social media, i servizi di messaggistica e i fornitori di motori di ricerca siano regolamentati per legge. “Le aziende che non riescono a rimuovere rapidamente le notizie false diffuse in modo sistematico dovrebbero renderne conto”. Inoltre, le autorità dovrebbero essere in grado di identificare e localizzare gli autori e gli sponsor dei contenuti politici diffusi. (clicca qui)

Ambiente: Onu, “Scienza, tecnologia e risorse economiche” a disposizione per salvare il pianeta. Manca “sostegno sufficiente di leader pubblici, economici e politici”

I danni ambientali del pianeta sono “così gravi che la salute delle persone sarà sempre più minacciata se non verranno intraprese azioni urgenti”. È il messaggio sintetico che emerge dall’ultimo rapporto sull’ambiente pubblicato oggi dall’Onu, in apertura della quarta assemblea sull’ambiente. Compilato da oltre 250 scienziati di 70 Paesi, mostra che se non si aumentano “drasticamente” le misure di protezione dell’ambiente “città e regioni in Asia, Medio Oriente e Africa potrebbero vedere milioni di morti premature entro la metà del secolo”. Non solo, ma a causa degli inquinanti nei nostri sistemi di acqua dolce la resistenza antimicrobica diventerà “una delle principali cause di morte entro il 2050”. “Scienza, tecnologia e risorse economiche” possono fare uscire da questo empasse, ma manca il “sostegno sufficiente da parte dei leader pubblici, economici e politici che si aggrappano a modelli obsoleti di produzione e sviluppo”. Tra le indicazioni degli scienziati arrivare a “un’economia di rifiuti pari a zero entro il 2050”, a partire dalla riduzione dello spreco del cibo. Investimenti verdi per il 2% del Pil salverebbero il pianeta. Serve anche una “migliore governance” nelle città” e “investimenti strategici nelle aree rurali”; e un accordo globale per affrontare i rifiuti marini. (clicca qui)

Società: Mattarella, “la solidarietà è l’impalcatura della convivenza”. “Aiutare gli altri rende la vita migliore”

“La solidarietà è l’impalcatura della convivenza. Nulla regge senza impalcatura. La nostra società, il nostro vivere insieme non starebbe in piedi senza la solidarietà. Voi l’avete praticata e dimostrata”. Questo il tributo del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ai nuovi Alfieri della Repubblica premiati questa mattina al Quirinale. Per il Capo dello Stato “aiutare gli altri, aiutare chi è in difficoltà, rende la vita migliore, fa vivere meglio se stessi e la comunità in cui si è inseriti”. “Ed è quel che avete fatto, in tanti modi diversi, ciascuno con un’iniziativa particolare, dimostrando che ogni persona è irripetibile, ma che tutte queste risorse individuali confluiscono nella vita comune, nella convivenza”, ha proseguito il presidente, notando come “non siete i soli a fare cose così belle da sottolineare; tanti altri ragazzi come voi hanno fatto cose analoghe. Voi li rappresentate tutti, perché il nostro Paese è pieno di ragazzi che hanno la vostra stessa sensibilità. È importante però farla conoscere, far capire che questa è la regola della vita, la normalità, che dovrebbe essere sempre praticata da tutti”. (clicca qui)

Tutela dei minori: mons. Mogavero nominato referente regionale dei Vescovi siciliani, mons. Brunetti di quelli del Piemonte

I vescovi della Conferenza episcopale siciliana hanno indicato mons. Domenico Mogavero, vescovo di Mazara del Vallo, quale referente regionale del Servizio per la tutela dei minori nella Chiesa. “In comunione con il magistero recente di Papa Francesco, i vescovi italiani stanno elaborando delle nuove linee guida per la tutela dei minori abusati. In questa prospettiva – spiega lo stesso mons. Mogavero – è stata istituita una linea di intervento a livello regionale che fa capo a un vescovo referente che coordini i servizi diocesani per una perfetta attuazione di quanto contenuto nelle linee guida nazionali che saranno approvate dall’Assemblea generale della Cei del prossimo maggio”. La decisione è stata presa nel corso della sessione primaverile della Cesi che si chiusa oggi, a Palermo. (clicca qui)
È invece mons. Marco Brunetti, vescovo di Alba, il delegato dei vescovi piemontesi alla tutela dei minori. Noi, spiega in un’intervista a don Giusto Truglia, direttore della Gazzetta d’Alba , “dovremo costruire il servizio a livello regionale. La Cei ha già impostato una bozza di statuto, ma la cosa importante sarà costituire una commissione regionale, presieduta dal sottoscritto, con esperti anche laici, quindi psicologi, psichiatri, giuristi, educatori”. E bisogna che ogni diocesi esprima un referente “in modo dar dare vita a una consulta regionale”. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa