Servizio civile: don Soddu (Caritas) al Sir, “proposito profondo di voler costruire qualcosa, iniziando dalla propria persona”

“Questo incontro, giunto ormai alla sua quattordicesima edizione, è un’occasione di verifica, di scambio di buone pratiche e un momento di condivisione. Un incontro non è mai banale, non è mai ripetitivo, è un momento per entrare in relazione”. Lo ha detto al Sir  don Francesco Soddu, direttore della Caritas italiana, nell’ambito dell’annuale incontro dei giovani in servizio civile degli enti aderenti al Tesc (Tavolo ecclesiale sul servizio civile), in corso oggi a Firenze. Il tema dell’evento, che ha visto la partecipazione di 800 ragazzi provenienti da tutta Italia, è il Messaggio per la Giornata mondiale per la pace di Papa Francesco, “La buona politica è al servizio della pace”. Per don Soddu una “tematica molto importante quella consegnata dal Papa”. “Una politica al servizio della pace – ha spiegato – richiama il senso profondo di quello che questi ragazzi stanno facendo cioè il servizio”. “Un servizio – ha precisato il direttore della Caritas – che non è un servizio qualsiasi che nasce da un’idea banale, ma che nasce dal proposito profondo di voler costruire qualcosa, iniziando dalla propria persona e dalla progettazione non solo del futuro, ma anche di ciò che si vuole essere già da adesso”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa