Dire: i titoli e il tg politico

(DIRE-SIR) – Ecco i titoli e il tg politico della Dire. Anche su www.dire.it e www.agensir.it.

Telt va avanti sulla Tav, Conte: non sia un’ossessione

La Tav non è una “ossessione” perché c’è un problema più grande: “La ripresa dell’Italia”. Parola del premier Giuseppe Conte. Intanto il Consiglio di amministrazione di Telt, la società italo francese che sta realizzando i lavori, da’ il via libera alle manifestazioni di interesse per un valore di 2,3 miliardi di euro. Soddisfatto Matteo Salvini: “Una scelta chiara e unanime”, dice. Non ha dubbi il commissario europeo, Pierre Moscovici per il quale si tratta di “un grande progetto strutturale, importante per l’Europa, la Francia e l’Italia, motivo per cui sono stati decisi importanti finanziamenti europei”.

Mattarella: la laurea non sia fenomeno di élite

La pagella ha il valore di un passaporto. Il giovanissimo naufrago del Mali con la pagella cucita nella giacca è il simbolo di come lo studio aiuti a costruire il futuro e ad aprirsi verso culture diverse. A sottolinearlo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il Capo dello Stato ha ricordato che gli studi universitari non possono essere un fenomeno di élite, ma devono essere il più diffusamente possibile distribuiti nel Paese. Purtroppo il nostro Paese è ancora in ritardo nel numero dei laureati rispetto alla media europea.

Landini: non più rinviabile lotta a diseguaglianze

Tassare progressivamente redditi e grandi proprietà. È la proposta del segretario generale della Cgil Maurizio Landini, critico nei confronti di una legge di stabilità che si è rivelata recessiva perché ha bloccato gli investimenti. “Nemmeno il governo del cambiamento- afferma Landini alla presentazione di uno studio della Cgil su banche e lavoro- è riuscito ad intervenire sulle ragioni della crisi”. La lotta alle diseguaglianze non è più rinviabile.

320 milioni per le bonifiche di Bagnoli

Le gare per le bonifiche di Bagnoli possono partire. Il governo ha siglato l’accordo con il comune di Napoli sulle risorse e il cronoprogramma degli interventi nell’area. Al termine della Cabina di regia a Palazzo Chigi, la ministra per il Sud, Barbara Lezzi, ha confermato i 320 milioni di euro stanziati per Bagnoli. Esulta il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: “È passata la linea della città”, ha detto in polemica con la regione. “Il partito del rinvio all’infinito e del mandare sempre la palla in avanti è stato sconfitto”, ha attaccato l’ex pm.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia