Unitalsi: Betlemme dieci anni di servizio a fianco della Hogar Niño Dios

Domenica 3 marzo, a Roma, presso il Sgm Conference Center di via Portuense 741, l’Unitalsi incontrerà i volontari che prestano servizio in Terra Santa alla Hogar Niño Dios di Betlemme. Quest’anno ricorrono i 10 anni di impegno dell’Unitalsi che ha contribuito alla crescita anche strutturale della casa che oggi accoglie circa 30 bambini. Saranno presenti all’incontro il presidente nazionale dell’Unitalsi Antonio Diella, il consigliere nazionale e responsabile del progetto, Cosimo Cilli, il referente nazionale del servizio Giovanni Punzi e, dalla Hogar Niño Dios, Suor Gesù, che cura l’organizzazione dei volontari in servizio a Betlemme, e padre Pablo, responsabile della Hogar. All’incontro saranno presenti anche 110 volontari provenienti dalle diverse sezioni dell’Unitalsi per raccontare le loro esperienze e coloro che quest’anno si recheranno per la prima volta a Betlemme per una formazione specifica. Nel 2018 hanno svolto servizio alla Hogar 104 volontari unitalsiani. Era il 2009 quando, nell’ambito del progetto associativo Cuore di Latte, l’Unitalsi scelse di sostenere le Suore del Verbo Incarnato che a Betlemme accoglievano nella Hogar Niño Dios i bambini con disabilità rifiutati o abbandonati dalle famiglie. “Questi dieci anni non sono un traguardo, ma l’occasione per capire come migliorare e consolidare il servizio dell’associazione a Betlemme – ha spiegato Cilli -; l’obiettivo è riuscire ad aumentare il nostro aiuto verso questa realtà emarginata attraverso il carisma dei nostro volontari”. Nell’ambito dell’impegno dell’associazione in campo internazionale in Terra Santa e a Lourdes, nella stessa giornata si terrà anche l’incontro dei volontari “Cuore immacolato di Maria”, un servizio di accoglienza dei pellegrinaggi, nato più di dieci anni fa, svolto nella casa dell’Unitalsi a Lourdes, Salus Infirmorurm.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo