Scuole paritarie: Fism, “Tar conferma criteri di riparto individuati da Miur per compartecipazione alle spese”

I decreti ministeriali di ripartizione dei fondi Miur volti alla compartecipazione alla spesa delle scuole pubbliche paritarie sono perfettamente legittimi: così ha statuito il Tar del Lazio confermando le tesi difensive di Fism nazionale e dell’Avvocatura dello Stato. “La giustizia amministrativa ha ritenuto rispettati i parametri richiesti per l’individuazione delle scuole paritarie che svolgono il servizio scolastico senza fini di lucro quali destinatarie di contributi pubblici in via prioritaria rispetto alle altre scuole paritarie”, ricorda in una nota la Fism, che aggiunge: “I decreti ministeriali impugnati rispettano i principi necessari per identificare le scuole paritarie senza fini di lucro, stabilendo una serie di parametri e criteri in stretta rispondenza a quanto ritenuto dalla giurisprudenza”. Perciò, conclude la Fism, “il decreto per l’anno scolastico in corso (risulta alla firma del Ministro) potrà dunque essere emanato con la certezza giuridica che gli argomenti di Aninsei sono destituiti di fondamento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo