Innovazione: Alberto Gambino nella Commissione dei ricorsi contro provvedimenti dell’Ufficio brevetti e marchi

Alberto Gambino, pro-rettore e professore ordinario di diritto privato dell’Università Europea di Roma, è stato nominato componente della Commissione dei ricorsi contro i provvedimenti dell’Ufficio italiano brevetti e marchi, previsto dall’articolo 135 del Codice della proprietà industriale.
Si tratta di un organismo di particolare rilevanza per il comparto industriale italiano dell’innovazione, che funge da giudice di appello rispetto ai provvedimenti con i quali l’ufficio italiano brevetti e marchi respinge la brevettabilità di invenzioni e altri titoli di proprietà industriale.
L’organo resterà in carica per il biennio 2019/2020 e sarà presieduto da Vittorio Ragonesi, magistrato ausiliario per lo svolgimento del servizio onorario presso la Corte di Cassazione in pensione.
Gli altri componenti sono Gustavo Olivieri, Francesco Antonio Genovese, Massimo Scuffi.
“La comunità accademica dell’Università europea di Roma – si legge in una nota – ha accolto con soddisfazione la nomina di Gambino, segno di un impegno e di un’attenzione costante alle innovazioni e ai cambiamenti dell’economia e della tecnologia”.
Gambino è tra i promotori di InnoLawLab – Laboratorio di diritto dell’innovazione dell’Università europea di Roma, che ha l’obiettivo di indagare gli aspetti legali in un’ottica di interdisciplinarità. L’iniziativa fa parte profilo del corso di laurea in Giurisprudenza dell’Università europea di Roma di Diritto e Gestione delle nuove tecnologie. Info: https://www.universitaeuropeadiroma.it/giurisprudenza/innolawlab-laboratorio-diritto-dellinnovazione/

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo