Diocesi: Terni, domani convegno su “Valentino martire, santo e vescovo dalla storia alla tradizione”

Nell’ambito delle manifestazioni in onore del patrono san Valentino, il Museo diocesano di Terni ospiterà domani, sabato 2 marzo, il convegno di studi “Valentino martire, santo e vescovo dalla storia alla tradizione”. L’evento, coordinato da Edoardo D’Angelo, è promosso dalla diocesi di Terni-Narni-Amelia, Ufficio per i beni culturali ecclesiastici diocesano, con il patrocinio di Pontificio Istituto di archeologia cristiana, Musei Vaticani, Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni.
Al convegno (dalle 9 alle 17) prenderanno parte i rappresentanti delle città invitate, che hanno come patrono San Valentino: Abriola, Belvedere Marittimo, Fano, Adriano, Limana, Mortegliano, Musile di Piave, Noale, Palmoli, Quero Vas, Quinto di Treviso, San Valentino Torio, Scheggino, Trevignano, Vico del Gargano, Penna in Teverina.
“L’iniziativa – spiega una nota – muove dalla volontà di riscoprire le origini e i valori della festa di san Valentino e promuovere la condivisione e l’interscambio tra città, paesi e piccoli borghi legati dagli stessi principi, ovvero dal medesimo messaggio di fratellanza e unione trasmesso nel corso dei secoli da un antichissimo Santo, di nome Valentino, patrono degli innamorati e dell’amore”.
Oltre agli aspetti agiografici sul santo e al culto di Valentino, verrà presentato anche il sito web SaintValentine.it che “si pone l’ambizioso obiettivo di raccontare la complessità del mondo di san Valentino: dalla figura del santo patrono degli innamorati agli studi scientifici collegati, alla letteratura italiana e mondiale sul tema, dalla ricchezza delle tradizioni dei territori, che riflettono la loro storia nel culto del santo, al giorno di san Valentino, come festeggiato oggi in tutto il mondo”.
Ai partecipanti sarà anche illustrata la storia della basilica di San Valentino con una visita guidata.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo