Diocesi: Campobasso, il 3 marzo benedizione dei locali del seminario diocesano recentemente restaurati

Si terrà nel pomeriggio di domenica 3 marzo, alle 17.30, la cerimonia di benedizione dei locali del seminario diocesano di Campobasso, recentemente restaurato. La cerimonia sarà presieduta dall’arcivescovo di Campobasso-Bojano, mons. GianCarlo Bregantini, alla presenza del rettore del seminario don Michele Socci, parroco di Baranello.
Il palazzo, uno dei più belli della storia recente di Campobasso, è stato voluto ed iniziato già negli anni Trenta dal vescovo Alberto Romita. Ha ospitato e formato intere generazioni di seminaristi, costruendo anche una classe di professionisti, docenti, imprenditori. Molti sacerdoti della diocesi sono stati formati nel seminario, fino agli anni 1980, quando questo fu trasferito a Chieti, nella fase degli studi teologici. Negli anni 1990-1994, il palazzo fu trasformato in edificio che ospitasse attività pubbliche, come la Ragioneria di Stato ed altri servizi cittadini. Un luogo cioè ristrutturato e fatto dono alla città, per meglio servire le esigenze dei cittadini. Da tempo era necessario procedere ad un ampio lavoro di restauro dell’intero edificio e di sistemazione della facciata, ormai logorata. Per questo motivo si sono realizzati i lavori necessari: riparazione del tetto, restauro ed abbellimento della facciata, ripresa degli infissi, cura del giardino d’ingresso. “I lavori hanno così dato un volto nuovo e bello all’intero edificio – spiega mons. Bregantini – creando anche un legame ravvivato con gli edifici vicini, a cominciare dall’episcopio accanto. Anche questo lavoro si inserisce nel cammino per il Sinodo diocesano che la diocesi sta compiendo, a vari livelli, di cui il ripristino dell’aspetto estetico è uno degli elementi più interessanti e vivaci, per la crescita identitaria della nostra terra del Molise, così bella ma anche così fragile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo